L’articolo 1 comma 59 della Legge 208/2015 (Legge di Stabilità) è intervenuto a modificare l’articolo 13 della legge 431/1998 (Disciplina delle locazioni e del rilascio degli immobili adibiti ad uso abitativo) stabilendo che è fatto carico al locatore di provvedere alla registrazione del contratto di locazione nel termine perentorio di trenta giorni, dandone documentata comunicazione nei successivi sessanta, sia al conduttore che all’amministratore del condominio, anche ai fini dell’ottemperanza agli obblighi di tenuta dell’anagrafe condominiale di cui all’articolo 1130, numero 6) del codice civile.

Ne deriva quindi che non è più sufficiente comunicare semplicemente all’amministratore il nominativo del conduttore. Entro sessanta giorni dalla registrazione del contratto, infatti, il locatore deve fornire all’amministratore del condominio anche una documentata comunicazione idonea a provare l’avvenuta registrazione del contratto, da inserire nel registro di anagrafe condominiale.